A una prima impressione può sembrarci che una lavastoviglie abbia un funzionamento estremamente elementare: in fondo ci basta premere un pulsante per farla partire! Tuttavia se analizziamo al meglio il processo grazie al quale svolge al meglio il suo lavoro ci rendiamo conto che tale ipotesi si rivela falsa. Conoscere quali sono le fasi di questo svolgimento ci è molto utile, al fine di comprendere meglio cosa stiamo facendo e operare in maniera più consapevole. Inoltre è sempre bene essere informati, anche per riuscire a fare i piccoli interventi di manutenzione che talvolta si rendono necessari (o evitare che un tecnico si faccia pagare una fortuna per una sciocchezza!). Se vogliamo quindi saperne di più in merito possiamo proseguire nella lettura, o reindirizzarla qui.

Le fasi di un lavaggio in lavastoviglie sono sette, ovvero:

      L’incameramento dell’acqua: il liquido, prelevato da una rete idrica, va a riempire la vasca del prodotto che di solito si trova sul fondo;

      Il riscaldamento dell’acqua: una volta riempito il recipiente l’acqua viene scaldata, grazie all’aiuto di una resistenza elettrica;

      L’aggiunta del detersivo: a questo punto possiamo aggiungere il detergente, che si andrà a mescolare con il liquido già presente;

      Il lavaggio dei piatti: questa è la fase che più ci interessa, e ci fa capire di essere entrati nel vivo del processo. Acqua, sale e detergente si mescolano, per poi essere versati – con degli appositi irroratori – sulle stoviglie presenti sulla griglia. Il tempo necessario affinché il lavaggio venga ultimato varia a seconda della lavastoviglie scelta, ma in generale è sempre abbastanza breve;

      Lo scarico dell’acqua sporca: qui entra in gioco il filtro, che trattiene i detriti più ingombranti e i resti di cibo (per questo è così importante mantenerlo pulito!);

      Il risciacquo delle stoviglie: una volta eliminata l’acqua piena di sporcizia e sapone, possiamo provvedere a sciacquare i piatti appena detersi. Se abbiamo aggiunto del brillantante, questo viene impiegato nell’ultima fase di questo ciclo;

      Lo scarico del secondo ciclo dell’acqua: anche la seconda vasca d’acqua viene svuotata nelle fogne, e la temperatura dell’aria all’interno della lavastoviglie aumenta per una corretta asciugatura.