La sicurezza della propria casa è molto importante. La maggior parte delle famiglie si preoccupa di creare un ambiente che possa tenere lontano malintenzionati e ladri. Esistono vari sistemi di sicurezza ed allarme sul mercato che offrono soluzioni tecnologiche innovative in grado di tenere al sicuro i propri spazi. Scegliere il miglior antifurto per casa, significa però informarsi su quelli che sono i principali sistemi in commercio ed inoltre, capire qual è il funzionamento di base di un allarme.

Sistemi di sicurezza in casa, gli antifurti più efficaci

I sistemi di sicurezza in casa sono molto importanti. Quello della sicurezza è un problema da non sottovalutare, se si pensa che il numero di furti negli appartamenti, se è vero che è diminuito del 6% in generale negli ultimi anni, continua a essere comunque molto presente. Ciò vale soprattutto, in alcune regioni italiane. Per scongiurare qualunque rischio, bisogna installare in casa un sistema antifurto, o antintrusione per dormire sonni tranquilli. La prima distinzione da fare sta nella gestione dei principali sistemi sul mercato. Esistono quattro macro categorie di sistemi di allarme:
  • Il sistema di allarme cablato che collega tutti i sensori con dei cavi, verso una centralina ed una sirena;
  • L’antifurto wireless che invece, non utilizza i fili ma è collegato da onde elettromagnetiche e talvolta, potrebbe avere dei malfunzionamenti causati da interferenze radio. Anche se, a dire il vero, quelli di ultima generazione sono molto sicuri;
  • Il sistema antifurto a raggi infrarossi che emette onde invisibili che fanno scattare l’allarme, in caso di movimenti;
  • Il sistema con sensori funziona grazie all’applicazione di strumenti magnetici, perimetrali o d’urto che si applicano su porte, muri, finestre e possono rilevare spostamenti o passaggi e fa scattare l’allarme.

Come scegliere il miglior sistema antifurto?

La scelta della miglior sistema antifurto, dipende anche un po’ da quella che è la disposizione della propria abitazione. Il sistema cablato è una soluzione molto gettonata e più professionale, però richiede la necessità di essere installato da un professionista. Tali sistemi di sicurezza, inoltre, richiedono anche la necessità di avere delle tubazioni disponibili, dei vani di passaggio e quindi, va realizzato con particolare attenzione. Il suo vantaggio è quello di non avere alcun tipo di interferenza elettromagnetica. Per quanto riguarda l’antifurto wireless, così come gli altri collegati attraverso onde o sensori, si tratta di un sistema che è valido soprattutto, nelle piccole abitazioni. È una scelta può anche non richiedere il supporto di un professionista e difficilmente ha delle grosse criticità, specie se si acquista un sistema di ultima generazione. L’antifurto senza fili può essere installato ovunque senza problemi di spazio o di posizione. Bisogna verificare piuttosto se c’è una linea adeguata e soprattutto, se è ideale per la struttura della vostra casa.

Conclusioni

Il consiglio perciò è sempre quello di rivolgersi ad un esperto è valutare anche la spesa e il budget disponibili per questo tipo di sistema. Per un’abitazione di circa 100 metri quadri, un sistema cablato potrebbe avere un costo anche superiore ai mille euro, mentre quello wireless ha un prezzo un po’ più basso.